Una come me non poteva che essere invitata a partecipare al Networking Day, il 25 novembre a San Patrignano. Come web reporter tutto ciò che è comunicazione, che parte dal web e arriva al nostro mondo, è di grandissimo interesse!

Diamo qualche info sull’evento. Prima fra tutte, il numero di edizioni perché è strabiliante: ben 20. Devo dire TANTA ROBA. Location unica perché si parla dell’Auditorium di San Patrignano, un modo molto bello di essere coinvolti in tematiche complesse e spesso distanti da noi. Mangeremo insieme ai ragazzi e faremo un tour nella comunità. Devo dire che questa è una delle cose che apprezzo di più. Fare business senza dimenticarci che nella vita non tutto è sempre figo, ma che se si cade c’è sempre qualcuno che ti aiuta a rialzarti.

 

“La forza della coppia nella vita e nel lavoro”  questo il tema e sul palco avremo casi reali di chi, grazie alla coppia, ha saputo fare la differenza. Diciamo anche che sul palco ci saranno personaggini veramente top.
Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta, che hanno compreso quanto fosse più importante incoraggiarsi reciprocamente anziché diventare competitivi nello showbusiness.
 Uno dei belli del calcio dei miei tempi, quando ancora ero terzino sinistro, Fabio Cannavaro e Ciro Ferrara, che insieme gestiscono una Fondazione sul disagio giovanile a Napoli e Provincia.
Il Networking Day vuole essere proprio una giornata di spunti e casi reali di successo nati dalla grande capacità di capire che da soli non si può riuscire così bene quanto in squadra. Direi che due calciatori come loro, già solo per lo sport che hanno scelto ne sono la testimonianza diretta.

E ancora, i mitici Andrea&Michele di Radio Deejay, che accompagnano la mia vita solamente da 10 anni, tutte le mattine con loro: accensione auto, stanchezza e sonno, voglia di andare a lavoro zero e loro iperattivi, super pimpanti e assolutamente in gambissima.

Amo il fatto che sappiano essere così bilanciati nella loro comunicazione, che sappiano spalleggiarsi e proteggersi, diversi ma simili, allineati e sempre di grandissima classe con gli ascoltatori del mattino.

Non dimentichiamo che a presentare il Networking Day, ci sarà Gianluca Spadoni, il mio coach personale (anche se lui non lo sa). Ho avuto il piacere di conoscerlo proprio ad un suo evento, ne ho subito apprezzato la grande velocità di pensiero e la carica energetica che sprigionava. Poi, ho iniziato a seguirlo su Facebook con i suoi video da tanti pensieri e, devo dire, che mi sconvolge la sua capacità di riassumere le nostre problematiche in pochissimi minuti dando sempre un consiglio prezioso.

È un grande animatore di platee e mi incuriosisce vedere cosa farà con tutta la gente che verrà al Networking Day.

Ed infine, io credo fortemente che “l’empatia scatti da una stretta di mano” e bisogna assolutamente trovarsi fisicamente per capire se si è affini e si possono creare sinergie forti e durature. Il mondo online è un veloce aggregatore di cervelli ma per avvicinare i cuori bisogna alzarsi dalla sedia e mettersi in gioco personalmente. Per fortuna, le emozioni nel conoscere e approfondire conoscenze, non possono essere sostituite da una chat nei social o un post sul blog.

Come sempre sono a disposizione per raccontarti qualcosa di più ma, questa volta, spero di conoscerti di persona… sennò che Networking Day sarebbe???

 

QUI DEVI DAVVERO VENIRCI CON ME!!!

Giulia Bezzi

Giulia Bezzi

SEO SPECIALIST - WEB REPORTER - SPEAKER - DOCENTE

Sono una imprenditrice, la mia società si occupa di SEO per molteplici brand. Mi piace diffondere la cultura digitale ed è così che è nata la figura del WEB Reporter: racconto la storia di eventi e corsi di marketing e comunicazione online per andare oltre al programma, andando dietro le quinte, analizzando gli interventi e il messaggio che vogliono comunicare, compreso i feedback dei partecipanti.
Nel mondo SEO sono stata definita "bug di sistema" forse perché vado ben oltre quel mondo, i miei occhi sorridono quando vedo una strategia di insieme. Dico sempre che la mia vita non conosce la discesa ma mi alleno a non sentire troppa fatica in salita. Amo "Il profumo" di Suskind e odio l'invidia, provoca solo danni. Quando mi arrabbio mi arrabbio forte ma so amare all'infinito.

Pin It on Pinterest

Shares